Print Friendly, PDF & Email

Il provvedimento è disponibile nelle seguenti lingue:

DECRETO-LEGGE SULLA COSTITUZIONE DELL’UFFICIO STATALE

PER GLI AFFARI ECCLESIASTICI

 

n. 25/1959

 

Art. 1 - 1) Si ravvisa la necessità di costituire un Ufficio statale per gli affari ecclesiastici esistenti tra lo Stato e le sètte religiose.

2) L’Ufficio statale per gli affari ecclesiastici è alle dipendenze del Consiglio dei ministri. Il Consiglio dei ministri esercita il suo diritto di controllo generale a mezzo di un suo membro.

Art. 2 - 1) A capo dell’Ufficio statale per gli affari ecclesiastici è un Presidente, nominato dal Consiglio dei ministri.

2) Il Presidente è coadiuvato, nell’adempimento del suo ufficio, da vice-Presidenti nominati dal Consiglio dei ministri.

Art. 3 - 1) Il Consiglio dei ministri emana le disposizioni relative alla organizzazione, la competenza e l’attività dell’Ufficio statale per gli affari ecclesiastici.

2) Per la copertura delle spese personali e reali relative all’organizzazione e all’attività dell’Ufficio statale per gli affari ecclesiastici, si provvederà nel bilancio statale con apposita disposizione.

Art. 4 - 1) Il presente decreto-legge entra in vigore il giorno della sua pubblicazione ed il Consiglio dei ministri provvede alla sua attuazione.

2) Con l’entrata in vigore del presente decreto-legge perde vigore quella disposizione del decreto-legge n. 33/1956 che sottoponeva alla competenza del Ministero della cultura l’ambito di competenze ora proprio dell’Ufficio statale per gli affari ecclesiastici.

 

 

© GB FB

Trascina file per caricare